Commemorazione strage Piazza della Loggia. Ventura: “Da questa piazza si rinnova la lotta al terrorismo”

Roma, 29 maggio 2017. Sono passati 43 anni e alle 10,12 di domenica 28 maggio centinaia di persone erano presenti a Brescia in Piazza della Loggia per commemorare le vittime della strage. Una bomba nascosta in un cestino portarifiuti fu fatta esplodere mentre era in corso una manifestazione contro il terrorismo neofascista indetta dai Sindacati e dal Comitato Antifascista. Morirono otto persone e centodue restarono ferite. Sul palco anche a nome di Cgil e Uil era presente la Segretaria confederale della Cisl, Giovanna Ventura. “Da questa piazza - ha detto - si rinnova la lotta al terrorismo, a chi con metodi imprevedibili e vigliacchi, non dichiara la guerra, la fa tutti i giorni con l’obiettivo di isolarci. Contro queste persone serve un no forte! La società civile, i cittadini, il sindacato, i giovani devono erigere una diga contro i fanatici e gli integralisti che un tempo agivano per ragioni ‘politiche’, che oggi lo fanno per motivi ‘religiosi’. “Dobbiamo essere uniti e più forti - ha proseguito la Segretaria Cisl - e dobbiamo raccogliere l’eredità che ci ha lasciato chi ha perso la vita in questa piazza. Dobbiamo essere qui domani e sempre per chiedere giustizia e verità”. Cosi ha concluso la Segretaria confederale della Cisl, Giovanna Ventura.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.