Commercio. Furlan: “Da Sangalli analisi pienamente condivisibile sul modello contrattuale e sul ruolo indispensabile delle parti sociali per affrontare i nodi strutturali del paese”

Roma, 8 giugno 2017. “Il quadro del paese descritto oggi dal Presidente di Confcommercio Sangalli sui nodi strutturali che frenano da oltre venti anni la crescita economica e lo sviluppo sociale del Paese è pienamente condivisibile e non lascia alibi a nessuno”. Così la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, commenta la relazione del presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, nel suo intervento all’Assemblea annuale. « Sono mesi che la Cisl sostiene che senza una svolta nella politica economica e fiscale il nostro sistema produttivo non riuscirà a risalire la china, come tutti ci auguriamo. Anche noi pensiamo che il sistema fiscale italiano sia troppo oneroso ed un aumento ulteriore dell’Iva sarebbe deleterio per i consumi e per la tenuta delle imprese.vOccorre affrontare anche il tema della fragilità del sistema infrastrutturale e della legalità che soprattutto nelle regioni del mezzogiorno strangolano il sistema economico ed in particolare la vitalità delle piccole e medie imprese. E' poi importante che il presidente Sangalli abbia ribadito l'importanza e giustamente valorizzato l'accordo sulla riforma del sistema contrattuale che abbiamo sottoscritto con Confcommercio perchè il ruolo attivo dei corpi intermedi è indispensabile nei processi di sviluppo, in una fase in cui bisogna fermare l'invadenza della politica e del populismo sulle materie del lavoro".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.