Trasporti. Fit Cisl: "Rivedere la legge sugli scioperi"

Roma, 14 giugno 2017. La Fit Cisl ha presentato la sua proposta di riforma della legge sugli scioperi. Lo dichiara Antonio Piras, Segretario generale della Fit-Cisl, in risposta alle affermazioni dell’On. Michele Anzaldi, componente della Commissione Trasporti della Camera. “Siamo assolutamente d’accordo con l’On. Anzaldi -ha detto Piras-: occorre riformare la legge 146/90 (modificata dalla 83/2000) sugli scioperi nei servizi pubblici essenziali”, così dichiara 
“Sottolineo – aggiunge Piras – che, come ha notato lo stesso deputato, gli scioperi previsti per venerdì nel trasporto ferroviario, aereo e nel tpl sono indetti da sigle minuscole e poco rappresentative, che tuttavia hanno la possibilità, a causa dei limiti della 146/90, di bloccare un Paese che invece ha bisogno di mobilità per rilanciare la propria economia. In occasione della proclamazione di uno sciopero è necessario tenere conto della rappresentatività delle organizzazioni sindacali. Particolarmente grave è lo sciopero in Alitalia, visto che l’azienda sta rischiando molto ed è commissariata.
La Fit-Cisl fa da tempo la sua parte in molti modi. Ad esempio abbiamo presentato una proposta di legge di iniziativa popolare che mira, tra le altre cose, a tutelare maggiormente gli utenti arginando proprio i disagi subiti. Tale proposta è attualmente ferma in Parlamento”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.