Lavoro. Petteni: "Ripresa da consolidare: ridurre la pressione fiscale sul lavoro, competere sulla qualità, far funzionare le politiche attive"

Roma, 3 luglio 2017- "Dopo 8 mesi di aumento lento ma continuativo, gli occupati a maggio fanno registrare un calo, con l’unica eccezione dei dipendenti a termine, senza però invertire il trend che, rispetto a maggio dello scorso anno, resta di crescita. Il segnale è che la ripresa è ancora debole e tutta da consolidare". Lo dichiara in una nota il Segretario Confederale della Cisl, Gigi Petteni, commentando i dati Istat di oggi sull' occupazione. "Due sono le leve da muovere, come abbiamo ribadito nel nostro Congresso appena concluso: un fisco che riduca la pressione sul lavoro e che incentivi il lavoro stabile ed interventi di politica economica ed in particolare di politica industriale che spostino in avanti il posizionamento competitivo del nostro settore manifatturiero. Infatti per l’industria italiana non c’è alternativa se non quella di una competizione nelle produzioni di qualità attraverso la tecnologia e l’innovazione. A ciò deve affiancarsi un sistema di politiche attive del lavoro che investa sullo sviluppo di nuove competenze e che sia in grado di fare incontrare in maniera proficua domanda ed offerta di lavoro".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.