Pensioni. Petriccioli: “Valorizzare personale e rafforzare controllo sociale per rendere l'Inps più funzionale alle nuove esigenze del sistema di protezione sociale”

Roma, 4 luglio 2017. “Di fronte alla straordinaria transizione economica, sociale e demografica del nostro Paese, l'Inps è chiamato a gestire l'evoluzione del sistema di protezione sociale attraverso nuovi servizi e prestazioni la cui erogazione richiede un istituto più partecipato nel rapporto con i lavoratori ed i pensionati, con chi contribuisce al finanziamento delle prestazioni e con i cittadini e maggiormente organizzato ed articolato sul territorio”. Lo ha dichiarato il segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, commentando la ‘Relazione annuale’ del Presidente dell'Inps. "Per rendere l'Inps più forte di fronte alle nuove sfide occorre valorizzare adeguatamente, sul piano professionale, il personale impegnato ai diversi livelli, recuperando una più corretta dialettica con le rappresentanze sindacali e riconoscere il ruolo fondamentale e complementare dei patronati nell'agevolare, migliorandolo, l'accesso ai servizi erogati dall'Inps. Va, inoltre, realizzata una riforma della governance che rafforzi il controllo sociale, a livello centrale e nei territori, rafforzando lo spirito di servizio degli organismi apicali a beneficio dei cittadini e del Paese", ha concluso Maurizio Petriccioli.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.