Ius Soli. Slitta la discussione in Senato: la campagna "L'Italia sono anch'io" chiede l'approvazione entro luglio

12 luglio 2017. Le organizzazioni promotrici della Campagna "L'Italia sono anch'io", tra cui anche la Cisl,  (oltre ad Acli, Arci, Asgi, Anolf, Caritas Italiana, Centro Astalli, Cgil, Cnca, Comitato 1° Marzo, Comune di Reggio Emilia, Comunità di Sant'Egidio, Coordinamento Enti Locali Per La Pace, Emmaus Italia, Fcei, Legambiente, Libera, Lunaria, Migrantes, Il Razzismo è Una Brutta Storia, Rete G2 - Seconde Generazioni , Tavola Della Pace, Terra del Fuoco, SEI, Uil, Uisp) sono tornate a chiedere al Parlamento e al Governo un atto di giustizia, di responsabilità e di lungimiranza e di mettere in agenda prima della pausa estiva la discussione e la definitiva approvazione della riforma sullo Ius Soli.
Tutto cio' a seguito della mancata discussione ieri, in Aula del Senato, del Disegno di Legge di riforma sulla cittadinanza. La discussione del Decreto legge sui vaccini ha impegnato infatti la gran parte della seduta,  a cio' si aggiunge anche la recente scelta del Governo di porre la questione di fiducia su altri due decreti-legge (per il salvataggio delle Banche Venete e sul Mezzogiorno), ma non sul disegno di legge sulla cittadinanza, che rende sempre più probabile un ulteriore slittamento della discussione della riforma a settembre.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.