Trasporti. Fit Cisl richiede incontro urgente a Busitalia

Roma, 12 luglio 2017. La Fit-Cisl chiede un incontro urgente all'azienda riscontrando "gravi incongruenze tra gli interventi previsti nell’ambito del piano industriale del gruppo FSI  in merito alla società Busitalia e la realtà dei fatti”.
“Busitalia- spiega la Fit - avrebbe dovuto rappresentare un nuovo soggetto leader a livello nazionale, ma in realtà non è altro che una somma di aziende locali che operano autonomamente senza una visione industriale nazionale. Riscontriamo inoltre gravi questioni relative all’applicazione del contratto aziendale nazionale: la questione irrisolta del premio di risultato; la mancata convocazione del costituito Comitato Pari Opportunità; l’incompiuta verifica dei servizi dati in affidamento o subaffidati all’esterno; il recepimento dell’Accordo quadro interconfederale sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro del 25 gennaio 2016; le difficoltose relazioni industriali in alcune realtà locali”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.