Pensioni. Furlan (Cisl): Nel prossimo incontro precedenza a giovani, donne e rivalutazione pensioni

Roma, 24 luglio 2017. "Nell’incontro di giovedì parleremo del futuro pensionistico dei nostri giovani ed affronteremo il tema delle donne penalizzate in termini pensionistici in modo evidente. La terza questione è come rivalutiamo le pensioni in essere ferme da tanti anni. Quindi le priorità saranno giovani, donne e pensionati". Lo ha detto in un'intervista al Tg3, la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, in vista del confronto con il Governo previsto il 27 giugno al Ministero del lavoro. "Per porre rimedio alla penalizzazione in ambito pensionistico cui vanno incontro le donne, come rilevato anche dai dati resi dell’Ape social, si potrebbe intervenire dicendo che per molte donne è quasi impossibile avere una continuità trentennale di contributi e quindi riconoscere il lavoro di cura delle donne verso i figli e verso i genitori anziani", ha detto la leader della Cisl che ha aggiunto che "il lavoro di cura è un lavoro sociale che va riconosciuto ed anche finalizzato in termini pensionistici". Furlan ritiene che "anche il possibile allungamento dell’età pensionabile vada profondamente ridiscusso. Si potrebbe agire dicendo che non ogni due ma ogni cinque anni può scattare il meccanismo dell'aspettativa di vita ma bisogna anche vedere se questa aspettativa di vita si prolunga veramente oppure no. A seconda del lavoro che si fa le prospettive sono infatti ben diverse”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.