Metalmeccanici. Bentivogli (Fim Cisl): “Se la ripresa diventa strutturale vanno alzati i salari”

Roma, 10 agosto 2017. “È ora di far ripartire i salari. Se questa ripresa diventa più strutturale si impone un ragionamento anche sulle retribuzioni”- così il Segretario Generale della Fim Cisl Marco Bentivogli intervistato da Fabio Savelli su Corriere della Sera - “Il piano Industria 4.0 sta favorendo l'innovazione di processo e di prodotto e le competenze dei lavoratori. Il passaggio successivo - dice il leader delle tute blu della Cisl - è in busta paga, ma è chiaro che deve essere vincolato ad uno scambio coerente con l’aumento della produttività”. Del Piano del ministro Calenda - sottolinea Berntivogli - sono finiti soltanto per il 7% al Meridione. Un dato bassissimo. Nel Mezzogiorno c'è un isolamento senza precedenti delle imprese. Serve - dice - amplificare le dimensioni delle aziende, troppo piccole, per investire in innovazione. E poi la produttività e scommettere sulla contrattazione territoriale. Per quanto riguarda i nuovi lavori fatti di tecnologie all'avanguardia, basati su un'organizzazione delle mansioni più sofisticata - dice Bentivogli - devono prevedere anche un riconoscimento reddituale. Su settore automotive che sta dando una grande spinta alla ripresa, il leader della Fim ricorda : “senza il nostro lavoro avremmo ora in Italia centomila disoccupati in più. Si pensi allo stabilimento Fca di Melfi. Ormai produce per i mercati globali e neanche tanto tempo fa era un impianto dato per spacciato.- conclude Bentivogli - ora Marchionne deve cominciare a tirare fuori nuovi modelli, altrimenti la spinta potrebbe fermarsi”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.