Lavoro. Furlan: "Ci aspettiamo una legge di stabilità che punti sullo sviluppo"

Roma, 8 settembre 2017. "I dati del Pil sulla crescita sono certamente incoraggianti ma bisogna recuperare la perdita, anzi il crollo abissale di circa 85 miliardi che abbiamo avuto negli investimenti pubblici e privati nel nostro paese". Lo ha detto a Trieste la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel corso di un dibattito alla Festa dell'Unita' con il capogruppo del Pd Ettore Rosato. "Ci aspettiamo una Legge di stabilità che punti sulla crescita, sugli investimenti, sulla centralità del lavoro, con un vero sforzo di equità.  Chiediamo coerenza nelle scelte del Governo rispetto agli impegni presi con il sindacato a partire dai temi che stiamo discutendo sulla previdenza delle donne, dei giovani, della rivalutazione delle attuale pensioni. Speriamo che ci siano poi le risorse per gestire la seconda parte del jobs act che sono le politiche attive del lavoro per accompagnare il lavoratore da un lavoro all'altro. Sono importanti gli incentivi fiscali per le assunzioni dei giovani, ma servono anche politiche mirate per la formazione dei giovani e per la riqualificazione delle persone. E poi servono più risorse per rinnovare i contratti pubblici in modo da realizzare una vera riforma della pubblica amministrazione che accompagni la qualità del lavoro con la qualità del servizio. Bisogna poi ridurre la tassazione sui fondi previdenziali. E' stato un errore tragico portare al 29% la tassazione dei fondi contrattuali perchè questo danneggia la scelta della previdenza integrativa e non agevola i fondi ad investire nell'economia reale". 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.