Agroalimentare. Siglato protocollo d'intesa Fai Cisl - Fnp Cisl: i territori al centro per consolidare le tutele e favorire la continuità associativa

13 Settembre 2017 -  Le federazioni dell'agroalimentare e dei pensionati, Fai Cisl e Fnp Cisl hanno siglato ieri un protocollo d'intesa volto a consolidare le tutele e favorire la continuità associativa alla Cisl. L'intesa, siglata alla presenza del Segretario Generale Fai, Luigi Sbarra, del segretario generale dei pensionati, Gigi Bonfanti e dei segretari regionali di entrambe le categorie, ha preso l'avvio partendo dall'analisi della grave crisi economica e finanziaria che ha depresso l'intera economia del Paese. Una situazione, questa, che ha richiesto interventi mirati e forti del sindacato allo scopo di migliorare i diritti e il reddito di tutti.
Con l'intento di mettere in campo strategie e progetti politico-organizzativi comuni, l'accordo prevede dei momenti comuni tra le due federazioni, nei quali sarà possibile organizzare incontri formativi, svolgere campagne di informazione, favorire la continuità associativa alla Cisl, promuovere campagne per il tesseramento e il potenziamento sia della Fai sia della Fnp. promuovere campagne per il tesseramento e il potenziamento sia della Fai sia della Fnp. Una situazione, questa, che ha richiesto interventi mirati e forti del sindacato allo scopo di migliorare i diritti e il reddito di tutti. L'intesa presentata prevede dei momenti comuni tra le due federazioni, nei quali sarà possibile organizzare incontri formativi, svolgere campagne di informazione, favorire la continuità associativa alla Cisl, promuovere campagne per il tesseramento e il potenziamento sia della Fai sia della Fnp.

"Oggi - ha detto Sbarra - diamo vita a un protocollo dal grande valore politico e organizzativo, con cui le nostre due Federazioni vogliono mettere a sistema i loro patrimoni di competenza e passione per elevare le tutele dei nostri associati, accompagnandoli lungo tutte le fasi della loro vita contribuendo così a fronteggiare la frammentazione sociale. Una sfida che si vince partendo dal territorio e da quei formidabili protagonisti che sono i nostri delegati e i nostri militanti. Dalle buone intenzioni ora dobbiamo passare alle buone azioni, offrendo alla persona una rete di assistenza aggiornata e adeguata alle aspettative, che risponda ai bisogni dei nostri associati dentro e fuori i luoghi di lavoro".

L'accordo - ha sottolineato Bonfanti nelle conclusioni - "è una prima fase di quel cambiamento che abbiamo invocato al Congresso, attraverso la trasformazione in azioni concrete delle scelte politiche fatte allora. Stiamo tentando per primi di dare corpo a quella frase che abbiamo pronunciato più volte: il sindacato è territorio altrimenti non è sindacato. Questo accordo è un modo per dimostrare alle altre federazioni che il territorio è fonte di attività, di scelte, non solo organizzative ma anche di uomini e di cose e anche un modo di far valere la nostra rappresentanza, visto che Fai e Fnp sono le due categorie più presenti sul territorio".

Fai e Fnp hanno infine assunto l'impegno reciproco di promuovere, insieme, incontri interregionali, regionali e territoriali per dare impulso concreto e piena attuazione ai contenuti dell'intesa.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.