Bancari. First Cisl: "In Banca Popolare di Vicenza non paghino i lavoratori"

Roma, 30 settembre 2015. "Non consentiremo che i lavoratori della banca paghino errori altrui, che hanno portato alla situazione attuale. Vigileremo perché l'impatto sul fronte occupazionale sia il più limitato possibile grazie a un confronto sindacale serrato e puntuale". Così Giulio Romani, Segretario Generale FIRST Cisl, commenta quanto scaturito dalla presentazione del piano industriale della Banca Popolare di Vicenza, che ha confermato la chiusura di 150 sportelli - sui 650 presenti su tutto il territorio nazionale. Questo comporterebbe la riduzione di organico di 575 risorse complessivamente, ovvero oltre il 10% del totale dei dipendenti.
FIRST Cisl si farà carico con forza e assoluta priorità di garantire l'occupazione e salvaguardare la professionalità, evitando che vada perduto il patrimonio di competenze di un gruppo bancario dalle radici storiche. E questo, nell'interesse dei lavoratori, ma anche dei cittadini e del territorio.
Ufficio Stampa First Cisl

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa