Sindacato. Doriana Buonavita eletta con il 96% di voti Segretaria generale della Cisl Campania. Priorità: lavoro, politiche sociali e dialogo con le istituzioni

Caserta, 17 ottobre 2017 - Doriana Buonavita, è la nuova segretaria generale della Cisl Campania. Classe 1965, avellinese, proveniente dalla categoria della Funzione Pubblica, è stata eletta dal nuovo Consiglio generale della Cisl regionale al termine della due giorni congressuale il cui dibattito è stato animato dagli interventi di numerosi delegati a rappresentare gli iscritti al sindacato cislino. Completano la squadra della segreteria Salvatore Topo (segretario generale della Fistel regionale) e Giuseppe Esposito (ex segretario generale della Fit regionale, la federazione dei trasporti).

Buonavita ha ringraziato il Congresso appena eletta “accolgo con profondo senso di responsabilità la fiducia che le delegate ed i delegati hanno voluto accordare a me ed ai miei compagni di viaggio, gli amici Salvatore Topo e Giuseppe Esposito, consapevole della sfida che da ora in poi ci vedrà impegnati sul territorio della Regione Campania che, ad oggi, soffre per un divario sociale la cui forbice è ancora troppo divaricata rispetto al resto d’Italia -ha affermato - Un sincero ringraziamento va al segretario nazionale confederale Piero Ragazzini che ha svolto in questi mesi un compito delicato in qualità di commissario, tracciando la strada che percorreremo con umiltà e determinazione. Avremo il compito di intercettare le necessità degli “ultimi”, nel solco di quanto tracciato dalla nostra segretaria Annamaria Furlan, in un modello di sindacato di prossimità, captando le periferie esistenziali escluse, cercando di dare speranza ai giovani, occupandoci degli uomini e delle donne che il lavoro lo hanno perso o che lo stanno cercando”.

La segretaria ha poi tracciato le priorità da affrontare nell’immediato futuro quali quelle inerenti la qualità della vita delle persone, il miglioramento dei servizi anche di natura socio-sanitaria per tutti i cittadini campani con particolare attenzione per gli anziani e per le categorie deboli. “ La dignità del lavoro passa attraverso la valorizzazione delle competenze dei tanti dipendenti del pubblico e del privato, di chi vive una condizione lavorativa precaria, di chi smette di cercare lavoro. Il protocollo sul Welfare già’ operativo da mesi ci vedrà impegnati anche verso le tante donne vittime di violenza e verso tutte le fragilità anche quelle meno visibili. Lo faremo insieme con il prezioso contributo e le specifiche competenze di ogni singola categoria, delle Unioni Sindacali Territoriali, degli Enti ed Associazioni della nostra Organizzazione- ha proseguito non tralasciando il confronto con le Istituzioni, con la politica e con le associazioni che per Buonavita “ verrà ricercato costantemente, consapevoli di quanto sia indispensabile anche per la promozione di quel dialogo sociale di cui si sente la mancanza. Ripartiamo dai luoghi di lavoro, dai delegati e dagli iscritti plasmando sulle loro necessità la nostra azione, coinvolgendoli nelle proposte affinché siano protagonisti all’interno e all’esterno della nostra Organizzazione - ha concluso. In mattinata don Aldo Bonaiuto dell’Associazione Papa Giovanni XXIII (fondata da padre Oreste Benzi e attiva in 40 nazioni) da sempre in prima linea nella lotta alla prostituzione ha rilanciato la campagna "Questo è il mio Corpo”, che la Cisl ha fatto sua sostenendo la raccolta di firme per la proposta di legge tesa a salvare le giovanissime dai loro aguzzini che le costringono in schiavitù' a vendere il proprio corpo.

 

LEGGI ANCHE: 

Speciale XVIII  Congresso confederale

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.