Agroalimentare. Sbarra (Fai Cisl): "Mobilitazione a sostegno del lavoro il 28 ottobre"

Bologna, 28 luglio 2017. "A seguito dell'evento della scorsa settimana a Bari, oggi anche dall'Emilia Romagna vogliamo lanciare un messaggio al Governo: i comparti dell'agricoltura, dell'industria e della trasformazione alimentare, della forestazione e della bonifica possono dare un contributo formidabile alla ripartenza, a patto di mettere al centro la vera risorsa strategica, ovvero il capitale umano. Per questo il 28 scenderemo nelle piazze di tutte le regioni, presentando i contenuti di un'agenda di riforme su previdenza, giovani, occupazione, mercato del lavoro, fisco, salari, contrattazione, lotta allo sfruttamento e al caporalato". Lo ha detto il segretario generale della Fai Cisl Luigi Sbarra, chiudendo i lavori del Consiglio Generale della Federazione dell'Emilia Romagna, svoltosi oggi a Bologna. "Per realizzare il turnover e raccogliere le sfide di Impresa 4.0 - ha sottolineato Sbarra - chiediamo il riconoscimento dello status di lavoro usurante ai braccianti agricoli, agli imbarcati della pesca, agli alimentaristi impegnati in reparti disagiati, agli operai idraulico-forestali: un'esigenza da cui deriva il diritto alla pensione dopo 35 anni di contributi". Servono poi "più coraggiosi incentivi per l'occupazione giovanile e vanno consolidati e resi universali ammortizzatori sociali che vedono tanti nostri settori ancora fuori da un livello minimo di garanzia". "Stabilità e certezze - conclude il sindacalista - sono indispensabili per giustizia sociale e lavoro di qualità: ecco perché chiediamo anche l'innalzamento delle retribuzioni dei contratti agricoli di prestazione occasionale e la costruzione di una rete efficace di prevenzione contro il caporalato, con la piena attuazione delle leve sociali della Legge 199 e la valorizzazione della bilateralità agricola sui territori". Per i comparti ambientali, infine, "va rilanciato un piano nazionale di messa in sicurezza e manutenzione idrogeologica e individuata una volta per tutte la controparte pubblica necessaria a sbloccare i negoziati per il rinnovo del Ccnl dei forestali".

Leggi anche:

Agroalimentare. Sbarra (Fai Cisl): Agroalimentare. Sbarra (Fai Cisl): "Proposte di modifica del sindacato al decreto legge n° 51 del governo in materia di Xylella"
Roma, 25 maggio 2015. "Dopo l'audizione alla Camera dei Deputati avuta nei giorni scorsi, alla 13° Commissione Agricoltura, che ha permesso al...
Agroalimentare. Accordo Fai-Felsa Cisl per rafforzare le tutele dei lavoratori somministrati Agroalimentare. Accordo Fai-Felsa Cisl per rafforzare le tutele dei lavoratori somministrati
5 Novembre 2015. "Rafforzare le tutele dei giovani lavoratori somministrati impegnati nel settore agroalimentare dando loro un riferimento in più,...
Agroalimentare. Sbarra ( Fai Cisl): Patto per lo sviluppo del lavoro agro-industriale-ambientale per Lecce Agroalimentare. Sbarra ( Fai Cisl): Patto per lo sviluppo del lavoro agro-industriale-ambientale per Lecce
Lecce, 3 marzo 2016. Un patto per lo sviluppo del lavoro agro-industriale-ambientale, che crei a Lecce, in Puglia e nel Mezzogiorno le condizioni di...
Umbria. Anche la Fai Cisl regionale in piazza il 28 ottobre per l'agroalimentare ed il sistema ambientale del futuro Umbria. Anche la Fai Cisl regionale in piazza il 28 ottobre per l'agroalimentare ed il sistema ambientale del futuro
25 Ottobre 2017 - Proprio come in tutto il Paese, il 28 Ottobre anche la Fai Cisl Umbria scenderà in piazza "per raccogliere firme a sostegno delle...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.