Immigrati. Anolf Cisl: "Cordoglio per tragedia Yvonne morta di parto all'Ospedale San Giovanni. Ora magistratura faccia piena luce per appurare se vi siano stati errori "

23 ottobre 2017- "Ci ha lasciato sgomenti la terribile tragedia che ha colpito Yvonne, una nostra amica, una nostra associata, ma ancor prima una donna che ha perso la vita nel giorno in cui è diventata madre". 
Lo dichiara in una nota il presidente dell’Anolf Cisl nazionale, Mohamed Saady ricordando Yvonne, la giovane donna di origine keniota che è deceduta sabato scorso durante il parto all’ospedale San Giovanni di Roma. "Yvonne era una emigrante per amore, ma proprio quello che doveva essere il giorno in cui veder coronato il suo sogno, l’ha resa la triste protagonista di questa vicenda assurda su cui dovrà far luce la magistratura per appurare se vi siano stati errori". 
"L’Italia era per Yvonne il Paese scelto per vivere il suo futuro", incalza Maria Ilena Rocha, Vicepresidente - Vicario Anolf Nazionale e noi abbiamo seguito la sua pratica di ricongiungimento, del suo permesso di soggiorno, l’abbiamo conosciuta ed accolta nella sede romana dell’Anolf Roma dove partecipava attivamente alle nostre iniziative e dove, proprio di recente, aveva conseguito con profitto un corso di italiano. Voleva integrarsi ed avere una normalissima vita in Italia, fatta di affetti e quotidianità- prosegue Rocha- per questo aveva lasciato il suo Paese scegliendo il nostro, per avere un futuro migliore.
Ora ci stringiamo al marito ed ai suoi cari in questo momento di dolore indicibile e preghiamo perché la piccola Oprah Rose che Yvonne appettava con amore, stia bene e possa essere la luce sul futuro di questa famiglia a cui, continua Saady,  noi dell’Anolf non faremo mancare il nostro sostegno".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.