Agroalimentare. Sbarra (Fai Cisl): "La nostra mobilitazione è una sfida che riguarda tutti"

Roma, 27 ottobre 2017. "Domani la Fai Cisl scende nelle piazze di tutta Italia per chiedere al Governo e alle istituzioni regionali l'apertura di una fase nuova, di piena valorizzazione del lavoro agroalimentare, forestale e ambientale. Dobbiamo entrare in una stagione che riconosca avanzamenti e progressi settoriali in materia di previdenza, giovani, mercato del lavoro, occupazione, legalità. Una stagione da governare insieme". Lo ha detto il segretario generale della Fai Cisl Luigi Sbarra, ieri a Palermo per una assemblea con dirigenti, quadri, delegati e militanti della Federazione palermitana.Il 28 ottobre saremo nelle piazze di tutto il territorio italiano a promuovere e rivendicare, con una raccolta firme, i contenuti di una piattaforma nazionale sostenibile, responsabile, immediatamente realizzabile. La Fai rivendica, tra l'altro, il riconoscimento dello status di lavoro usurante per i braccianti agricoli, gli addetti imbarcati della pesca, i lavoratori alimentari impegnati in reparti disagiati, gli operai forestali e della bonifica: condizione che permetterebbe il pensionamento con 35 anni di contributi. Si richiede poi di rafforzare gli incentivi a sostegno dell'occupazione giovanile, di istituire nuovi ammortizzatori sociali universali. Sul versante dei salari, si invoca l'innalzamento delle retribuzioni dei contratti agricoli di prestazione occasionale, l'alleggerimento del carico fiscale sui redditi medio-bassi e lo sblocco del contratto nazionale degli operai idraulico-forestali, fermo da cinque anni. Quanto al contrasto allo sfruttamento, la Fai esige la piena attuazione della legge 199 sul caporalato, con un cambio di marcia sul fronte della prevenzione mediante un maggiore coinvolgimento delle parti sociali agricole sui territori. "La sfida riguarda tutti, sindacato, associazioni datoriali e istituzioni: accogliere i punti della nostra piattaforma vuol dire raccogliere questa occasione, puntando al miglioramento delle condizioni dei lavoratori e al riscatto civile, morale, economico del Paese", ha concluso Sbarra.

Leggi anche:

Emilia Romagna. Daviddi (Fai Cisl): Emilia Romagna. Daviddi (Fai Cisl): "Mobilitazione nazionale sabato 28 ottobre"
Reggio Emilia, 24 ottobre 2017 - “Il Sindacato promuove una raccolta firme per richiedere a gran voce un accordo con il governo, affinché le...
Lombardia. Agroalimentare: lavoratori in piazza il 28 ottobre Lombardia. Agroalimentare: lavoratori in piazza il 28 ottobre
Milano, 25 ottobre 2017.   Sabato 28 ottobre, a Bergamo, avrà luogo la manifestazione organizzata dalla Fai Cisl Lombardia nell'ambito...
Umbria. Anche la Fai Cisl regionale in piazza il 28 ottobre per l'agroalimentare ed il sistema ambientale del futuro Umbria. Anche la Fai Cisl regionale in piazza il 28 ottobre per l'agroalimentare ed il sistema ambientale del futuro
25 Ottobre 2017 - Proprio come in tutto il Paese, il 28 Ottobre anche la Fai Cisl Umbria scenderà in piazza "per raccogliere firme a sostegno delle...
Toscana. A Siena, il 28 ottobre,  in piazza Duomo per la raccolta firme della Fai Cisl Toscana. A Siena, il 28 ottobre, in piazza Duomo per la raccolta firme della Fai Cisl
26 ottobre 2017. La campagna di raccolta firme lanciata dalla Fai Cisl nazionale su previdenza, occupazione, retribuzioni e contrasto allo...
Puglia. Fai Cisl: Puglia. Fai Cisl: "28 ottobre inizio giornata mobilitazione"
Puglia, 27 ottobre 2017. Inizia domani, sabato 28 ottobre, la giornata di mobilitazione nazionale della Fai Cisl. La federazione sindacale...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.