Lavoro. Petteni: "I dati Istat confermano una stabilità degli occupati. Serve una maggiore responsabilità delle imprese sulla qualità del lavoro"

31 ottobre- "I dati Istat di settembre confermano, dopo la crescita degli ultimi mesi, una stabilità degli occupati, che rappresenta un saldo tra l’aumento dei lavoratori indipendenti ed il calo dei dipendenti". Commenta così Gigi Petteni, Segretario confederale Cisl, i dati diffusi dall'Istat sullìoccupazione ricordando che "il calo dei dipendenti purtroppo riguarda esclusivamente i lavoratori permanenti (-18 mila), a fronte della stabilità di quelli a termine". Per Petteni "occorrerebbero maggior coraggio e maggiore responsabilità da parte delle imprese che ormai assumono in modo stabile solo con corposi incentivi". Lo dichiara in una nota il Segretario confederale della Cisl, Gigi Petteni. "Senza dare una prospettiva di tutele, di qualità del lavoro e di stabilità ai lavoratori, non soltanto si mina la fiducia dei nostri giovani e dei loro progetti di vita, ma è anche difficile far crescere la produttività del lavoro".

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa