Istat. Petteni (Cisl): "Dato disoccupazione ancora troppo alto"

Roma, 30 settembre 2015 - "Il dato della disoccupazione in Italia (11,9%) è ancora troppo alto e rende necessario riproporre con la prossima legge di Stabilità interventi in termini di agevolazioni fiscali e contributive per aiutare l'ingresso nel mondo del lavoro, favorendo la staffetta intergenerazionale nonché misure di consolidamento di una vera e propria ripresa economica". Lo sostiene in una nota il Segretario Confederale Cisl Gigi Petteni, commentando i dati Istat di oggi.
"Dopo la crescita di giugno (+0,1%) e di luglio (+0,3%), ad agosto 2015 il dato degli occupati cresce ancora dello 0,3% (+69 mila). Il tasso di occupazione sale al 56,5%. Crescono dunque gli occupati e diminuiscono tanto i disoccupati quanto gli inattivi. Questi dati - sottolinea - sono evidenti segnali dell'avvio di una ripresa economica nonché dei provvedimenti del jobs act, ma sono ancora da consolidare".
"Sempre più necessaria una piena consapevolezza nostra e delle controparti - conclude Petteni - affinché si affronti insieme la sfida del rilancio di una contrattazione di qualità che serva a valorizzare il lavoro, migliorandone i salari e a rendere più competitive le nostre aziende attraendo investimenti".
Ufficio Stampa Cisl

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa