Ius soli. Cisl: "L'integrazione passa anche per la riforma della cittadinanza"

20 novembre 2017- In concomitanza con le molte iniziative che hanno caratterizzato oggi la Giornata mondiale dell’Infanzia, la Cisl ha partecipato insieme ad altre associazioni ad un presidio a Piazza Montecitorio per chiedere che il Parlamento italiano approvi in via definitiva, prima del termine di questa legislatura, la legge di riforma della cittadinanza. Due delegazioni hanno incontrato il Presidente del Senato, Pietro Grasso e nel pomeriggio la Presidente della Camera, Laura Boldrini. “Per la Cisl questo è il momento e l’occasione perché il nostro Paese si doti di una riforma di altissimo valore civile, fondata sui principi dello Ius soli temperato e dello Ius culturae, dando agli oltre 800 mila ragazze e ragazzi che parlano la nostra lingua, studiano e si formano nelle nostre scuole, giocano e sono amici con i nostri figli, la possibilità di diventare cittadini italiani” ha sottolineato la responsabile del Dipartimento politiche migratorie, donne e giovani della Cisl, Liliana Ocmin. "Per noi i processi di integrazione passano anche attraverso il riconoscimento a far parte a pieno titolo della nostra comunità nazionale dando la possibilità a bambine e bambini, ragazze e ragazzi di poter diventare cittadini italiani con uguali diritti e doveri nello spirito della Costituzione italiana, come ha ribadito anche la Presidente della Camera".

Leggi anche:

Ius soli. Il novembre della cittadinanza, le iniziative di sindacati e Associazioni per ribadire l’urgenza della riforma. Centrale l''iniziativa del 20 novembre Ius soli. Il novembre della cittadinanza, le iniziative di sindacati e Associazioni per ribadire l’urgenza della riforma. Centrale l''iniziativa del 20 novembre
Roma, 14 novembre 2017 - Prosegue la mobilitazione per sollecitare l’approvazione definitiva, entro la fine di novembre, della legge di riforma...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.