Trasporti. Sindacati a Ntv: "Senza risposte, sciopero inevitabile"

Roma, 24 novembre - Filt-Cgil, Fit-Cisl,Uiltrasporti, Ugl Taf e Fast Mobilità  chiedono unitariamente ad Ntv, )Nuovo Trasporto Viaggiatori)  l'impresa ferroviaria italiana privata che opera nel campo dei trasporti ferroviari ad alta velocità, di rinnovare il contratto e corrispondere il premio di risultato "che spetta di diritto ai lavoratori. Lo sciopero sarà inevitabile  - sottolineano le sigle sindacali - se lavoratori e sindacato non avranno al più presto le risposte che attendono”.

“Oggi abbiamo avviato la procedura di raffreddamento - spiegano le sigle sindacali - che rappresenta il primo passo verso lo sciopero. Ntv finalmente presenta ottimi conti e siprepara a sbarcare in borsa ma allo stesso tempo non intende riconoscere aipropri dipendenti i tanti sacrifici fatti per risollevare l’azienda che, fino anon molto tempo fa, versava in una situazione di difficoltà. Il contratto aziendale è scaduto ormai dal 31 dicembre 2014 e per due volte, nel 2014e nel 2015, si è dovuto ricorrere al contratto di solidarietà difensiva per tutti i dipendenti. Nel 2016 l’impresa si è risollevata e poco tempo fa ha annunciato ai media risultati economici oltre le aspettative e questi successi,come previsto dal contratto aziendale, richiedono che Ntv paghi ai lavoratori un premio di produttività aggiuntivo, ancora non corrisposto”.
“Sbaglia l’azienda -sostengono infine Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Taf e Fast Mobilità -se pensa di poter competere nel mercato liberalizzato, basandosi su un costo del lavoro nei fatti basso e non sulla qualità del servizio offerto ai passeggeri”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.