Pensioni. Petteni: "Dai gruppi parlamentari attenzione alle posizioni della Cisl sui temi del lavoro e delle pensioni. Ma confronto continua"

27 novembre- "Sono stati incontri importanti quelli che la Cisl ha avuto oggi con i gruppi parlamentari del Pd, dei Cinque Stelle, del Gruppo Misto e del Mpd. Abbiamo riscontrato molta attenzione e disponibilità nei confronti della posizione espressa della Cisl sui temi del lavoro e della previdenza. Abbiamo concordato che continueremo questo confronto per approfondire meglio le questioni che la Cisl, come sempre nella sua autonomia, ha posto alle forze parlamentari”. E' quanto sottolinea in una nota il Segretario Confederale della Cisl, Gigi Petteni, che guidava oggi la delegazione della confederazione di via Po agli incontri con i gruppi parlamentari. “Abbiamo chiesto a tutte le forze parlamentari un chiaro sostegno sulle questioni per cui la Cisl si è battuta in queste settimane. In particolare per far introdurre importanti provvedimenti nella legge di bilancio sui temi delle politiche del lavoro, su come accompagnare la transizione da un lavoro all'altro, le risorse per gli ammortizzatori sociali, i contratti pubblici, la formazione, le misure per favorire l'occupazione dei giovani. Sulla previdenza abbiamo espresso oggi
la nostra soddisfazione per l'emendamento approvato ieri sera dal Senato che ha tradotto in legge una parte importante del documento del Governo condiviso dalla Cisl, sulle modifiche all'aspettativa di vita, riconoscendo la maggiore gravosità di tanti lavori. Ora si tratta di proseguire su questo percorso, attraverso l'approvazione di un ulteriore emendamento che il Governo presenterà per applicare gli altri punti del documento sulle pensioni, che riguardano l'estensione dell'ape sociale ed una maggiore flessibilità in uscita. Dagli incontri di oggi, ci sembra che si stia andando verso una strada positiva e responsabile. E’ emersa una comune volontà di proseguire il confronto con tutte le forze parlamentari sui temi sollevati dalla Cisl e sui problemi sociali ed economici del paese”. 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.