Ilva. Bentivolgli (Fim Cisl): "Positiva la disponibilità di Regione e Comune al ritiro del ricorso al Tar. Ora riavviare il negoziato"

Roma, 5 dicembre 2017 - "Molto positiva" per il Segretario generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli la disponibilità della Regione Puglia e del Comune di Taranto dopo la visita del Ministro Calenda a Taranto e l’appello di Monsignor Santoro, a ritirare il ricorso al Tar con il quale si intendeva impugnare il decreto del governo che modifica il piano ambientale dell'Ilva.  

"E’ ora importante che ripartano immediatamente i tavoli istituzionali con all'ordine del giorno del Tavolo per Taranto anche la valutazione del danno sanitario, oltre all'analisi del Dpcm, e dei suoi eventuali miglioramenti e il cronoprogramma per la copertura dei parchi minerali. E al contempo riprenda il confronto sindacale (che avevano in oggetto i confronti di sito)
Utile la notizia del sviluppo del fondo sociale per Taranto, che prevede 30 milioni di euro a sostegno in particolare dei giovani; del Centro di ricerca che Mittal vuole sviluppare in loco, investendo per farlo diventare centro di eccellenza anche per le tecnologie di carbon free; del miliardo e 80 milioni di euro di bonifiche che l'amministrazione straordinaria impiegherà, oltre al miliardo e duecento che investirà Mittal sulla parte ambientale e dei provvedimenti a favore dell'indotto.
Abbiamo la possibilità di realizzare il più grande progetto di ambientalizzazione e rilancio industriale mai avvenuto in Europa, ci possiamo riuscire se tutti puntiamo verso la stessa direzione. Il tempo che passa non è dalla nostra parte, per questo serve il massimo della cooperazione tra coloro che vogliono un Ilva bonificata, rilanciata e senza licenziamenti" conclude Bentivogli.

 

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.