Pensioni. Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil: "La norma sul giorno bancabile crea notevoli disagi ai pensionati ed alle loro famiglie. Il Governo corra ai ripari"

 Roma, 14 dicembre 2017 - Un problema "non di poco conto ma che influisce molto sulla vita di milioni di persone" la norma sul giorno di pagamento delle pensioni contenuta nel decreto 65/2015. Ed è per questo motivo che i sindacati dei pensionati Spi-Fnp-Uilp chiedono ora al governo "di correre ai ripari".  La norma  stabilisce - come spiegano i sindacati - che dal 2018 gli assegni andranno in pagamento il secondo giorno bancabile o il giorno successivo se si tratta di festivi. "Questo significa che in alcuni mesi le pensioni saranno disponibili addirittura non prima del 3, 4 o 5 del mese. Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil chiedono pertanto al Governo come peraltro già avvenuto negli anni precedenti, "di modificare la norma ed evitando così un ulteriore disagio ai pensionati italiani e alle loro famiglie".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.