Edilizia. Lavoro, contratto, salute, pensioni, i temi al centro dello sciopero nazionale dei lavoratori del settore il 18 dicembre prossimo

15 dicembre 2017 - Sciopero nazionale e manifestazioni in 6 piazze italiane il 18 dicembre dei lavoratori del settore edile. Il rinnovo del contratto scaduto oramai da 18 mesi, ma anche le pensioni ed il lavoro le ragioni della protesta che vedrà scendere in piazza migliaia di lavoratori edili a Torino, Padova, Roma, Napoli, Cagliari e Palermo.

L’incontro con l’Associazione Nazionale Costruttori avvenuto questa settimana infatti non ha dato i risultati sperati ed i Segretari Generali di Feneal Filca Fillea, Panzarella, Turri, Genovesi hanno confermato la mobilitazione “non essendo emersa una volontà esplicita a chiudere in tempi brevi il CCNL – hanno spiegato in una nota. – Come Segreterie Nazionali non possiamo che confermare il giudizio negativo sugli atteggiamenti delle nostre controparti che continuano a non raccogliere la sfida principale che come sindacato abbiamo lanciato: mettere il rinnovo del contratto, la strumentazione bilaterale, la valorizzazione delle professionalità al servizio di una ripresa di qualità del nostro settore, basata su regolarità, innovazione e giusti riconoscimenti salariali”.

Tra le richieste che gli edili di Cgil Cisl e Uil porteranno in piazza oltre gli aumenti salariali in linea con gli altri settori, vi è la difesa e la riforma delle Casse Edili a tutela di tutti i lavoratori, più sicurezza sui posti di lavoro, lotta al lavoro nero e a favore delle imprese virtuose contro la concorrenza sleale e il dumping; creazione di un Fondo Sanitario Integrativo Nazionale per tutelare sempre di più il diritto alla salute e alla prevenzione; potenziamento del Fondo integrativo per il Pensionamento anticipato per dare la possibilità a chi svolge lavori gravosi di andare in pensione prima e favorire il ricambio generazionale.
Panzarella, Turri, Genovesi interverranno rispettivamente a Roma, Napoli e Torino.

TUTTE LE INIZIATIVE:

  • MANIFESTAZIONE NAPOLI:
    ore 9.30 concentramento in Piazza Mancini (adiacente Piazza Garibaldi alle spalle del monumento) con corteo fino a Piazza Matteotti dove concluderà Franco Turri - Segretario Generale della FILCA CISL Nazionale.

  • MANIFESTAZIONE ROMA 
    ore 10.00 Manifestazione a Piazza SS. Apostoli
    Conclude Vito Panzarella - Segretario Generale della FENEALUIL Nazionale
  • MANIFESTAZIONE PADOVA
    ore 8.30 concentramento Piazzale antistante la stazione ferroviaria
    ore 9.30 - 10.30 corteo da Piazzale della Stazione a Piazza De Gasperi di fronte alla sede Ance del Veneto.
    Conclude Emilio Correale - Segreteria Nazionale FENEALUIL

  • MANIFESTAZIONE TORINO
    ore 9.30 partirà un corteo da Piazza Castello (di fronte Regione Piemonte) fino a Piazza Giambattista Bodoni
    Conclude Alessandro Genovesi - Segretario Generale FILLEA CGIL Nazionale

  • MANIFESTAZIONE CAGLIARI: 
    Ore 9.30 – concentramento Piazzale Trento (di fronte sede Regione) con corteo fino a Piazza Darsena (di fronte Consiglio Regionale).
    Conclude: Antonio Di Franco - Segreteria Nazionale FILLEA CGIL.
  • MANIFESTAZIONE PALERMO
    Ore 10.00 concentramento Piazza Massimo con corteo fino a Via Alessandro Volta (sede Ance).
    Conclude: Stefano Macale della Segreteria Nazionale FILCA CISL

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.