Macerata. Furlan: "Frutto di un clima esasperato e di messaggi di odio. Occorre senso di responsabilità da parte di tutti"

Roma, 7 febbraio 2018.  "Quello che è accaduto qualche giorno fa a Macerata è sicuramente responsabilità di uno squilibrato che sarà giudicato dalla magistratura. Ma è il frutto anche di un clima esasperato, di messaggi di odio costanti che stanno creando un sentimento di rivalsa nel paese e nella società italiana". Lo ha detto la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, concludendo oggi a Roma i lavori del Consiglio Generale della Femca Cisl. "Occorre un grande senso di responsabilità da parte di tutti. Ha fatto bene il sindaco di Macerata a ricordare che quella città è sempre stata un modello di accoglienza, di  solidarietà e di integrazione culturale. Va rinsaldato il dialogo e la coesione sociale per contrastare ogni forma di violenza, razzismo e fanatismo. Questo è uno dei compiti di un sindacato pluralista e storicamente autonomo dalla politica come la Cisl, un sindacato al 100%, che fa proposte serie e che avrà sempre nel suo dna la centralità del lavoro e della persona, promuovendo nella società italiana i valori della solidarietà, dell'integrazione e dell'inclusione sociale". 

Leggi anche:

Marche. Macerata: una riflessione dell'Anolf Cisl Marche. Macerata: una riflessione dell'Anolf Cisl
Macerata, 13 febbraio 2018.  In merito ai fatti che in questi giorni hanno sconvolto "la vita di Macerata e l’immagine della stessa città",...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.