Chimici. Garofalo (Femca Cisl): "Ricambio generazionale grazie a Fondo Bilaterale di Solidarietà"

Roma, 15 febbraio 2018. Trovata soluzione da Farmindustria, Federchimica e Organizzazioni Sindacali (FILCTEM CGIL, FEMCA CISL, UILTEC UIL),  per favorire l’ingresso nel mondo del lavoro di molti giovani garantendo responsabilmente il ricambio generazionale e l’invecchiamento attivo dei lavoratori. È questo l’obiettivo dell’Avviso Comune che è stato siglato, dando seguito al percorso previsto dal “Patto per innovazione, produttività, occupabilità e responsabilità sociale” firmato il 17 ottobre 2017 ed in coerenza con quanto previsto dal CCNL in tema di welfare contrattuale, bilanciamento delle esigenze lavorative/professionali, formazione, sostegno al reddito. Il progetto riguarda l’istituzione di un Fondo Bilaterale di Solidarietà, attivato su scelta volontaria dei lavoratori e imprese del settore, gestito dall’INPS a seguito della pubblicazione del decreto istitutivo da parte dei Ministeri del Lavoro e dell’Economia. Il Fondo, primo in Italia per il suo genere, prevede prestazioni cumulabili tra loro e riguardanti tutti i lavoratori, compresi i dirigenti, al fine di: • erogare un assegno straordinario per il sostegno al reddito ai lavoratori che raggiungano i requisiti previsti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato nei successivi cinque anni; • assicurare ai lavoratori prestazioni ulteriori, rispetto a quelle previste dalla legge, in caso di cessazione volontaria del rapporto di lavoro; • contribuire al finanziamento di programmi formativi di riconversione o riqualificazione professionale. Ancora una volta le Associazioni di categoria e i Sindacati dei settori chimico e farmaceutico presentano una proposta fortemente innovativa, che conferma la qualità del sistema delle Relazioni Industriali. "L'obiettivo principale che ci siamo dati è la gestione dell'innovazione e del cambiamento nel mondo del lavoro, che nei prossimi anni sarà ancora più profondo, e le sue ricadute sul piano occupazionale e professionale - ha espresso con soddisfazione Nora Garofalo, Segretaria generale Femca Cisl nazionale - Gli strumenti nuovi che sono individuati nell'accordo sono indispensabili per dare tutele ai lavoratori, come l'anticipo pensionistico, ma anche per definire processi formativi in grado di rispondere alla esigenza di nuove professionalità che stanno emergendo nelle aziende, con l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Si parla tanto di conflitto generazionale: con la costituzione di questo Fondo abbiamo dimostrato che la 'staffetta' tra giovani e anziani sui luoghi di lavoro può davvero funzionare, e rappresenta una concreta prospettiva di lavoro per le nuove generazioni, un'occasione da non perdere". L’Istituzione del Fondo rappresenta, infatti, un altro importante tassello per la tutela dei lavoratori e per rendere il settore sempre più innovativo e competitivo a livello internazionale in uno scenario di veloci e profonde evoluzioni tecnologiche e scientifiche. "Si tratta di un accordo davvero importante, - ha concluso la Garofalo - in quanto valorizza un quadro di relazioni industriali che nei settori chimico-farmaceutico è basato sulla responsabilità sociale e sulla partecipazione attiva del sindacato, come in questo caso. Adesso auspichiamo tempi brevi per l'approvazione del decreto da parte dei due ministeri interessati". Un approccio socialmente responsabile, dettato non da situazioni contingenti di crisi, ma dalla consapevolezza che servono strumenti concreti per affrontare i rapidi cambiamenti che la rivoluzione digitale e tecnologica impone, con l’inserimento di nuove figure professionali e di nuove competenze. Per approfondimenti e testo dell'accordo è possibile consultare il nostro sito: http://www.femcacisl.it/blog/fondo-bilaterale-solidarieta-federchimica-farmindustria-favorire-ricambio-generazionale/

Leggi anche:

Chimici. Rinnovi contrattuali: c'è l'intesa unitaria sull'ipotesi di piattaforma dei chimici.   Oltre 171.000 i lavoratori interessati in più di 2900 imprese del settore chimico-farmaceutico. 123 euro è la richiesta di aumento salariale 2016-2018 Chimici. Rinnovi contrattuali: c'è l'intesa unitaria sull'ipotesi di piattaforma dei chimici. Oltre 171.000 i lavoratori interessati in più di 2900 imprese del settore chimico-farmaceutico. 123 euro è la richiesta di aumento salariale 2016-2018
Roma, 1° luglio 2015. E' di qualche minuto fa la notizia che gli Esecutivi unitari di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riuniti oggi a Roma,...
Contratto chimici Furlan: Contratto chimici Furlan: "E' un contratto apripista per un'innovazione nelle relazioni industriali"
Palermo, 15 ott. - "Un accordo molto importante, e' una bella giornata per la contrattazione. Aspettavamo un soluzione positiva, e' avvenuta in tempi...
Chimici. I lavoratori dicono “si” all’accordo per il rinnovo del contratto Chimici. I lavoratori dicono “si” all’accordo per il rinnovo del contratto
Roma, 27 novembre 2015. Gli oltre 170.000 lavoratori del settore chimico-farmaceutico hanno dato il “via libera” all'accordo per il rinnovo del...
Chimici. Una nota della Femca Cisl sulla vertenza del Gruppo Concorde di Modena Chimici. Una nota della Femca Cisl sulla vertenza del Gruppo Concorde di Modena
Roma, 27 aprile 2016. "I fatti che stanno accadendo in questi giorni a Modena attorno alla vicenda che riguarda la trattativa aziendale in corso nel...
Chimici. Furlan (Cisl): Ottimo segnale firma contratto energia-petrolio Chimici. Furlan (Cisl): Ottimo segnale firma contratto energia-petrolio
Roma, 26 gennaio 2017. "E' una ottima notizia la firma del contratto del settore dell'energia e del petrolio. Complimenti alla Femca Cisl ed agli...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.