Elezioni Rsu. Gissi (Cisl Scuola: "Grande soddisfazione per l’elevato numero di candidature presenti nelle liste di scuola, Università e ricerca"

Roma, 13 marzo 2018 -  "Grande soddisfazione per l’elevato numero di candidature presenti nelle liste della Federazione Scuola, Università, Ricerca in corsa nel settore scuola" è stata espressa dalla Segretaria generale della Cisl Scuola, Maddalena Gissi che insieme al segretario generale della FP Cisl, Maurizio Petriccioli è intervenuta oggi ad Ancona all'apertura della Campagna per il rinnovo delle RSU nella scuola, nell’università, nella ricerca e in tutti gli altri settori del lavoro pubblico in  vista del voto, previsto dal 17 al 19 aprile. Presente anche la Segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan,.a testimonianza dell’attenzione con cui l’intera Confederazione segue l’impegno che le categorie stanno mettendo in campo. 
18.235 è il numero rilevato oggi, alla scadenza per la presentazione delle liste, la cui diffusione su tutto il territorio nazionale ha fatto segnare un ulteriore significativo incremento rispetto ai dati già moltom positivi della precedente consultazione. Un risulotato che si deve soprattutto al grande lavoro svolto per settimane dalla dirigenza territoriale.
Nel suo intervento, Annamaria Furlan ha voluto sottolineare l’importanza del rinnovo dei contratti, con i quali si sono riconsegnati spazi importanti alla contrattazione, recuperando ai tavoli negoziali materie che negli anni scorsi erano state sottratte e consegnate alla disciplina per via legislativa. I contratti sono anche uno strumento che contribuisce in modo decisivo a coniugare tutela del lavoro e crescita della qualità dei servizi pubblici.
Maddalena Gissi, oltre a richiamare l’impegno di tutta l’organizzazione per una buona affermazione delle liste Cisl, ha rilanciato i temi del confronto con la politica sintetizzati nel documento presentato a tutti i partiti prima delle elezioni del 4 marzo, ribadendo il forte impegno della Cisl Scuola sulle priorità che il documento evidenzia, a partire dalla firma definitiva del nuovo contratto. Una scelta giusta, quella di sottoscrivere l’accordo, e che oggi si conferma come ancor più opportuna vista la situazione di grande incertezza che il dopo voto ci consegna.
Altre iniziative si svolgeranno prossimamente in tutta Italia, a partire da quella in programma a Torino giovedì prossimo 15 marzo.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.