Terziario. Vanelli (Fisascat Cisl): "Tentare ricollocazione esuberi Prenatal"

Roma, 19 aprile 2018.  La "depressione" del retail del commercio continua ad avere ripercussioni sui livelli occupazionali. La direzione della catena di negozi di articoli per mamme e bambini Prenatal ha avviato la procedura di riduzione del personale per 45 lavoratori addetti alle vendite denunciando la significativa flessione delle vendite a causa della concorrenza delle catene low cost e del significativo incremento dell’e-commerce. La razionalizzazione della rete vendita e l’intervento di correzione finanziaria si tradurrà con la chiusura dei negozi di Milano Corso Buenos Aires e di Gorizia e con il ridimensionamento permanente di 22 punti vendita in Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Trentino, Toscana, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia dove complessivamente sono occupati 222 dipendenti.«La natura strutturale degli esuberi dichiarati da Prenatal rende impraticabile il ricorso agli ammortizzatori sociali straordinari e l’indisponibilità aziendale al ricorso alla solidarietà e al maggior utilizzo del part-time ed alla mobilità territoriale complicano ulteriormente la situazione dei lavoratori coinvolti dalla procedura di riduzione di personale» ha dichiarato la funzionaria sindacale della Fisascat Cisl Elena Maria Vanelli. «Nel corso della fase di confronto sindacale tenteremo la strada della ricollocazione per evitare il più possibile le ricadute della crisi aziendale sui livelli occupazionali, è impensabile che la sofferenza del retail del commercio ricada esclusivamente sui lavoratori» ha concluso la sindacalista.Il ricorso al contratto di solidarietà nel 2016 per scongiurare 88 esuberi - con il coinvolgimento di 448 lavoratori di 46 negozi su complessivi 908 lavoratori negli 83 corner della rete vendita - non ha consentito di superare la situazione di eccedenza di personale tanto da rendere necessaria la proroga della solidarietà nel 2017 in 20 negozi per gestire i 38 esuberi residui e la stipula di un nuovo contratto di solidarietà in altri 11 punti vendita per la gestione di ulteriori 22 esuberi con 150 lavoratori coinvolti dalla riduzione solidale dell’orario di lavoro. Dal 2013 ad oggi Prenatal ha chiuso in Italia 40 punti vendita caratterizzati da bassa redditività o a redditività negativa; l’impatto della crisi anche in altri paesi europei con la chiusura di 48 negozi in Spagna e 10 negozi in Portogallo.

Leggi anche:

Athahotels. Vanelli (Fisascat): Situazione drammatica. Mobilità per 135 dipendenti e rischio occupazionale per 429. Athahotels. Vanelli (Fisascat): Situazione drammatica. Mobilità per 135 dipendenti e rischio occupazionale per 429.
Roma, 2 febbraio 2016 - La Fisascat Cisl ha espresso forti perplessità sulla procedura di licenziamento comunicata ai sindacati dalla direzione di...
Alpitour. Vanelli (Fisascat Cisl): Alpitour. Vanelli (Fisascat Cisl): "Rinnovato intregrativo aziendale applicato ad addetti Torinesi"
Roma, 13 aprile 2018.  Welfare aziendale flessibilità oraria, formazione professionale, relazioni e diritti sindacali, sistema premiante,...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa