Ilva. Colombini: "Via libera Ue un fatto importante ma ora riprendere la trattativa per difendere l'occupazione"

7 maggio 2018- “Il via libera della Commissione Europea sull’acquisizione di Ilva da parte di ArcelorMittal è un fatto importante perché salvaguardia e rilancia la produzione di acciaio nel nostro paese, attraverso l’investimento di 2,4 miliardi di euro che la stessa società si è impegnata ad investire negli stabilimenti Ilva in Italia”. Lo sottolinea il segretario confederale della Cisl, Angelo Colombini, responsabile del settore industria.

“Il nuovo piano industriale ed il risanamento ambientale sono due esigenze importanti che vanno oggi di pari passo. Così come è fondamentale riprendere subito la trattativa al Mise per garantire a tutti i lavoratori di Ilva un futuro occupazionale stabile, con un impegno responsabile e diretto del Governo anche su questo tema. E’ evidente che abbiamo bisogno oggi di discutere il tema dell’Ilva nel quadro di una strategia industriale europea, per difendere la nostra produzione dall’aggressività di altri paesi. Ma saranno decisive anche le scelte di compensazione a livello europeo che la stessa ArcelorMittal dovrà trovare per garantire l’occupazione in tutti gli stabilimenti italiani”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa