Ilva. Bentivogli (Fim Cisl): "E' importante riaprire immediatamente il negoziato"

Roma 10 maggio 2018. Concluso l’incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico tra le organizzazioni sindacali, i Commissari straordinari, il governo con il ministro Carlo Calenda e la vice-ministro Teresa Bellanova, nonchè i vertici di Arcelor Mittal. In apertura il ministro Calenda ha illustrato una bozza di accordo su cui ragionare: assunzione da parte di Am Invest di 10 mila lavoratori a tempo indeterminato, con discontinuità solo formale "poiché ai lavoratori verranno riconosciuti i diritti pregressi ad eccezione della parte variabile del contratto aziendale"; impegno da parte di Am, inizialmente fino a giugno 2021, a trasferire lavoro ad una nuova società di servizi ("Società per Taranto"), costituita da Ilva e Invitalia per non meno di 1.500 addetti a tempo pieno (impegnati a rotazione i lavoratori in Cigs non trasferiti ad Am); strumenti per la gestione di esodi volontari, come incentivi, outplacement, auto imprenditorialità, accompagnamento alla quiescenza, con una copertura finanziaria fino a 200 milioni di euro, tali da consentire importanti piani di incentivazione all'esodo volontario. «C’è stata una proposta, che era la base della discussione per andare avanti con il negoziato», ribadisce Bentivogli. «Come Fim Cisl abbiamo detto che c’erano alcune cose qualificanti da modificare, tra cui i numeri. Per noi le condizioni per un accordo sono sempre le stesse: zero licenziamenti e tutti i lavoratori devono avere un posto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la FEDERAZIONE ITALIANA METALMECCANICI Segreteria Generale Corso Trieste, 36 – 00198 ROMA  06 85262 450 – fax 06 85262 452 – www.fim.cisl.it - FEDERAZIONE ITALIANA METALMECCANICI Corso Trieste, 36 – 00198 ROMA  06 85262 450 – fax 06 85262 452 – www.fim.cisl.it - Ufficio Stampa  06 85262 442 –– 3386422818 durata del Piano. Condizioni, queste, ritenute non modificabili rispetto al testo presentato e, a fronte anche di uno scontro, solo una parte della delegazione sindacale ha ritenuto non più legittimato il ministro Calenda a trattare. Questi a sua volta ha deciso di non proseguire interrompendo la trattativa. Il problema vero – aggiunge Bentivogli – è che siamo in una situazione al collasso dell’amministrazione straordinaria e che lo stop al negoziato da all’’azienda mano libera, per cui ovviamente bisognerà cercare le modilità per ricompattare il sindacato su posizioni utili a risolvere i problemi. Ricompattarsi per dire solo di no non serve e lascia i lavoratori soli. Sul merito sindacale qualcuno pensa di avere più chances in attesa di “governi amici” e ha sacrificato gli interessi della trattativa pur di impallinare il tentativo del Ministro. L’azienda, intanto – conclude Marco Bentivogli - perde 30 milioni al mese, con ripercussioni anche sulla sicurezza degli impianti e immediate su occupazione e reddito dei lavoratori dell’indotto. Stupidi interessi di bottega hanno ipotecato accordo, per noi la trattativa andava proseguita fino ad esperire ogni tentative che ad un anno dal suo avvio ha regitrato troppi boicottaggi e ingerenze con il solo scopo di far saltare il tavolo a spese di ambiente e lavoratori».

Leggi anche:

Ilva Cornigliano. Marco Bentivogli (Segretario Generale Fim Cisl): Importante dare la possibilità a chi ha idee diverse di esprimersi in assemblea. Metà fabbrica già al lavoro Ilva Cornigliano. Marco Bentivogli (Segretario Generale Fim Cisl): Importante dare la possibilità a chi ha idee diverse di esprimersi in assemblea. Metà fabbrica già al lavoro
Roma, 25 gennaio 2015. L’Iniziativa Fiom di questa mattina all’Ilva di Cornigliano è legittima. Riteniamo tuttavia inaccettabile che in assemblea...
Ilva. Furlan:  bisogna dare un futuro concreto a tutti gli stabilimenti, ma serve responsabilità da parte di tutti Ilva. Furlan: bisogna dare un futuro concreto a tutti gli stabilimenti, ma serve responsabilità da parte di tutti
Roma, 26 gennaio 2016. "La vicenda dell'Ilva va affrontata con grande senso di responsabilità da tutti i soggetti in campo, compreso il sindacato,...
Ilva. Negoziato ArcelortMittal. Per la Fim Cisl condizioni di partenza sbagliate. Se confermate parte la mobilitazione Ilva. Negoziato ArcelortMittal. Per la Fim Cisl condizioni di partenza sbagliate. Se confermate parte la mobilitazione
 Roma, 16 ottobre 2017 - "A 2 giorni dall’avvio del negoziato, se queste sono le condizioni di partenza, il piede è quello sbagliato. Ci si...
Ilva. Incontro al Mise su Arcelor Mittal. Disponibilità di AmInvestCo a riaprire la trattativa. Congelata procedura art.47 Ilva. Incontro al Mise su Arcelor Mittal. Disponibilità di AmInvestCo a riaprire la trattativa. Congelata procedura art.47
 Roma 31 ottobre 2017 - AmInvestCo conferma la "disponibilità a riaprire la trattativa, dopo lo stop del 9 ottobre scorso, con l’impegno...
Ilva. Da Arcelor investimenti per i lavori di ambientalizzazione. Bentivogli: Ilva. Da Arcelor investimenti per i lavori di ambientalizzazione. Bentivogli: "Piano ambientale perno della rinascita dello stabilimento"
Roma, 14 novembre 2017 - "Il piano ambientale è il perno di rinascita dell’Ilva ed è strettamente legato al piano industriale la cui sostenibilit...
Ilva. Furlan: Ilva. Furlan: "Chiuderla significa mettere in ginocchio Taranto e perdere ruolo strategico nella produzione di acciaio"
Roma, 22 maggio 2018. "Siamo davvero molto preoccupati per il destino di 20mila lavoratori, tra quelli diretti e quelli dell''indotto. La nostra...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa