• Notizie
  • Comunicati stampa

Banche. Romani (First Cisl): "Allarme riduzione sportelli bancari"

Roma, 23 luglio 2018. “Le statistiche sbandierate dalle banche italiane e dalla stessa vigilanza per farci credere che sia necessario ridurre ancora il numero degli sportelli bancari sembrano quelle di Trilussa: si sostiene che abbiamo 4,5 filiali ogni 10 mila abitanti mentre la zona euro è a 4,2, ma non si dice che nell’area mediterranea la media è di 5. Si tace sul fatto che abbiamo filiali più piccole, nelle quali in media lavorano mediamente 10,3 addetti contro i 13,2 dell’Europa. Ci si dimentica poi che abbiamo solo 7,4 sportelli ogni mille imprese, mentre nel territorio della moneta unica sono 8,7, un dato su cui riflettere, perché sembra indicare che sulle difficoltà della ripresa economica italiana possa gravare anche un servizio bancario a imprese e famiglie inadeguato rispetto ai dettami della Costituzione in materia di tutela del risparmio e indirizzo del credito”: è il commento del segretario generale di First Cisl, Giulio Romani, sull’analisi sulla distribuzione delle reti bancarie nei paesi dell’euro realizzata dall’Ufficio Studi del sindacato. “Non ha alcun senso – spiega Riccardo Colombani, responsabile dell’Ufficio Studi di First Cisl – paragonare il numero di sportelli dell’Italia, che ha una forte capillarità di centri abitati medio-piccoli, con i 3,9 per 10 mila abitanti della Germania o gli 1,7 della Lituania, dove la popolazione è più concentrata in grandi aree urbane. Se il confronto si fa invece con i paesi mediterranei che hanno un tessuto demografico simile al nostro si vede che siamo ben al di sotto dei 5,6 sportelli per 10 mila abitanti della Francia o ai 5,9 della Spagna. Se poi guardiamo alle imprese, appare evidente che le banche italiane offrono loro un supporto territoriale peggiore rispetto a quello di cui beneficiano i competitor dei maggiori paesi europei, considerato che la Germania, coi suoi 13,3 sportelli ogni mille imprese, ne ha il quasi il doppio di noi e che ci battono di molto anche la Francia con 12,8 filiali ogni mille imprese, l’Austria con 11,7 e la Spagna con 11,1. È sconfortante constatare che siamo perfino peggio di Cipro, che ha 9,5 filiali per mille imprese”. “L’altro aspetto di cui non si tiene conto – aggiunge Colombani – è che le nostre filiali hanno dimensioni piuttosto piccole, tant’è che solo Spagna e Portogallo hanno meno addetti per sportello di noi, mentre la Germania, con 19,3 dipendenti per agenzia, ne ha quasi il doppio dell’Italia, per non parlare dei 19,1 addetti dell’Austria o dei 46,5 dei Paesi Bassi. Il divario è ancora più eclatante se si considera che un lavoratore bancario italiano serve in media 215 abitanti e 13,1 imprese, mentre un bancario tedesco si occupa appena di 133,3 abitanti e di 3,9 imprese”. “Quel che non si capisce - conclude Romani - è perché dovremmo trasformare le reti delle banche italiane prendendo il peggio di ogni modello per crearne uno inedito: poche filiali come nei paesi nordici e pochi addetti per sportello come nei paesi iberici. Uno strano menù in cui si pretende di soddisfare più commensali diminuendo sia le dosi dei singoli piatti, sia il numero delle portate”. La tabella riepilogativa della situazione delle filiali bancarie in area euro è scaricabile qui: http://www.firstcisl.it/wp-content/uploads/2018/07/Analisi-filiali-bancarie-area-euro.pdf

Leggi anche:

FIRST Cisl. Romani: FIRST Cisl. Romani: "Cosa nasconde l'ipotesi di maxi-fusione Intesa-Unicredit-MPS?"
Roma, 2 ottobre 2015 - "In merito a quanto pubblicato sulla prima pagina del Sole 24 ore di oggi, circa la presunta fusione fra le tre principali...
Credito. Romani (First Cisl), decreto salvabanche scelta di responsabilità. Garantire operatività e occupazione Credito. Romani (First Cisl), decreto salvabanche scelta di responsabilità. Garantire operatività e occupazione
Roma, 23 novembre 2015. "La continuità operativa di Banca Marche, Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara e CariChieti...
Bancari. Romani (First Cisl), soddisfazione per l’accordo con ABI sulla proroga del Fondo per l’occupazione - FOC Bancari. Romani (First Cisl), soddisfazione per l’accordo con ABI sulla proroga del Fondo per l’occupazione - FOC
Roma, 26 novembre 2015. "Siamo molto soddisfatti di aver garantito la prosecuzione del Foc, Fondo per l'occupazione del settore, in un momento così...
Banche. Romani (First Cisl): Banche. Romani (First Cisl): "Bnl, come in un cattivo film già visto, si vogliono far pagare ai lavoratori gli insuccessi gestionali. No alle uscite obbligatorie"
Roma, 12 ottobre 2016. “In un momento nel quale per il sistema bancario italiano si fa sempre più urgente la necessità di tornare a generare...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa