• Notizie
  • Comunicati stampa

Autostrade. Cuccello: "Giusto monitorare ma per Genova occorre decreto su stato emergenza"

Roma,  27 agosto 2018 - "Sul merito del procedimento di monitoraggio dello stato di conservazione e manutenzione di strade, autostrade, dighe, promosso dal governo, concordiamo, ma poniamo 2 domande al ministro Toninelli: "Poco tempo a disposizione degli enti stessi e con quale personale? I lavori eventualmente da effettuare, con quali risorse verrebbero realizzati?". Queste le domande poste al Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Toninelli, dal Segretario confederale della Cisl, Andrea Cuccello. "Mancano particolari riferimenti a Genova che vorremmo fossero stati chiariti nella giornata di oggi: chi ricostruirà il Ponte Morandi, quale è l’intendimento del Governo sulla costruzione della Gronda, per la Cisl, prioritaria e non più rinviabile. Oltretutto per Genova è urgente varare un decreto legge che indìca lo stato di emergenza e che dia il via a misure di carattere fiscale, economico e sociale per i lavoratori e le imprese colpite da questo disastro. In particolare chiediamo,così come avvenuto nelle zone del centro Italia colpite dal sisma del 2016, l’istituzione della busta paga pesante, la sospensione dei mutui, delle utenze, nonchè le misure di sostegno al reddito (cassa in deroga)".

Stampa