• Notizie
  • Comunicati stampa

Def. Furlan: "Aumento rapporto deficit. Pil serve se si investe su crescita ed investimenti. Spread lo pagano le famiglie italiane"

Genova 28 settembre 2018 - “Aspettiano di leggere il Def e di vedere nelle prossime settimane la manovra economica del Governo. E’ complicato parlarne e dare giudizi senza averne analizzato i testi". Lo ha detto oggi a Genova la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, a margine del Convegno organizzato dalla Fnp Cisl Liguria su pensionati, famiglie, qualità della vita. "Stamattina rispetto alla programmazione del rapporto deficit- pil al 2,4 % lo spread è ripartito. E lo spread va detto lo pagano le italiani e gli italiani e quindi tutte le famiglie. C’è però un tema che è importante: pochi decimali in più o in meno nel rapporto deficit- Pil sono utili se servono a far ripartire il Pil, cioè la crescita e l’occupazione nel nostro paese".
"Quindi sarà importante che oltre ai temi che ovviamente ha scelto il governo come priorità nell’ accordo tra i due partiti ci sia tanta tanta determinazione ad investire sulla crescita: infrastrutture, innovazione, ricerca, formazione, sostenere le aziende che investono nello sviluppo dell’ impresa : questo sarà fondamentale per noi”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa