Lavoro. Sbarra: "Governo sacrifica crescita e non ha politica industriale. Il 9 febbraio in piazza a Roma per Patto su investimenti, occupazione, produttività e innovazione"

23 gennaio 2019 - "Le dinamiche della quarta rivoluzione industriale impattano nel nostro Paese con criticità profonde e strutturali, che richiedono politiche all’altezza, con investimenti in infrastrutture materiali e digitali, ricerca e innovazione, leve di specifiche di sviluppo per le Pmi e le imprese che operano nelle aree sottoutilizzate. Purtroppo sul fronte legislativo registriamo una grave involuzione su tutti questi temi: sia nel Decreto Dignità che soprattutto in Manovra, ma anche nel cosiddetto ‘Decretone’, vengono colpite le ragioni della crescita, del lavoro produttivo e della politica industriale”. Così Luigi Sbarra, Segretario generale aggiunto della Cisl, a margine dell’iniziativa “Smart union for a better future”, organizzata a Milano dalla Fim Cisl.
“Serve un grande progetto su politiche attive, formazione continua e riqualificazione delle professionalità - aggiunge il sindacalista - che dia la possibilità a tutti i lavoratori di accedere alle nuove tecnologie abilitanti. Rispondere a questa domanda vuol dire operare sia sul fronte legislativo, sia su quello negoziale e bilaterale. Ma il Governo oggi non ha una politica industriale: la Legge di Bilancio smantella strumenti su formazione, ricerca e innovazione, dimentica il tema del Sud e delle infrastrutture, mortifica politiche attive e reti della conoscenza. Amplifica così il rischio di un ulteriore avvitamento: senza correzioni le ripercussioni su qualità del lavoro, occupazione e competitività delle imprese saranno molto pesanti. Quello che serve è un Patto Nazionale per la crescita, lo sviluppo, il lavoro, la produttività e l’innovazione: il 9 febbraio la Cisl scenderà in piazza a Roma, insieme a Cgil e Uil, per convincere il Governo a tornare sui suoi passi e dare una visione politica industriale al Paese incentrata sul lavoro produttivo, la coesione e l’innovazione”, conclude Sbarra.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa