• Notizie
  • Comunicati stampa

Amianto. 27°anniversario della Legge 257. Cgil, Cisl, Uil a Governo: "Occorre riprendere un'azione decisa e incisiva di lotta all'amianto"

27 marzo 1992 – Oggi 27 marzo ricorre il 27°anniversario della Legge 257 che nel 1992 decretava la messa la bando dell’amianto nel nostro Paese. Dopo 27 anni è stato bonificato meno di un quarto dell’amianto presente nelle nostre abitazioni, negli uffici e nelle imprese, mentre continua la strage silenziosa di oltre 3.000 vittime all’anno a causa dell’amianto". Così in una nota congiunta i segretari confederali di Cgil, Cisl, Uil Emilio Miceli, Angelo Colombini e Silvana Roseto

"Cgil, Cisl, Uil insieme alla Conferenza delle Regioni e all’ANCI, l’associazione dei Comuni,  - spiegano i tre segretari  - hanno richiesto ai Ministri Di Maio, Grillo e Costa, di attivare gruppi di confronto nei singoli Ministeri e di riattivare la cabina di regia presso la Presidenza del Consiglio, insediato dai precedenti governi, per accelerare i programmi delle bonifiche, per migliorare la tutela sanitaria e soprattutto per assistere e indennizzare le vittime e i loro familiari con un deciso potenziamento delle prestazioni economiche del Fondo per le Vittime dell’Amianto.
Cogliamo l’occasione del 27° anniversario della legge 257 del 1992 per rinnovare la richiesta ai Ministri Di Maio, Grillo e Costa di attivare gruppi di confronto nei rispettivi Ministeri e la ricostituzione del Comitato Interministeriale presso la Presidenza del Consiglio per riprendere una azione decisa e incisiva per liberare definitivamente i lavoratori e i cittadini italiani dalle minacce mortali dell’amianto" conclude la nota.

 

Stampa