• Notizie
  • Comunicati stampa

Alma. Cgil, Cisl, Uil, chiedono incontro urgente per discutere futuro 17mila lavoratori

Roma, 28 marzo 2019 - “Un sollecito e tempestivo incontro in relazione alla gravissima situazione del gruppo Alma oggetto di una indagine della Guardia di Finanza per frode fiscale e falsa fatturazione” È quanto hanno richiesto, con una lettera inviata oggi al Ministro Luigi Di Maio, la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti, il segretario generale aggiunto Cisl Luigi Sbarra e la segretaria confederale della Uil Tiziana Bocchi.
 
“Come le sarà già noto - prosegue la missiva - si tratta di un gruppo a cui fanno capo 32 società e 17mila lavoratrici e lavoratori nei settori della somministrazione di manodopera, call center, logistica, appalti nei settori industriali dell'alimentare e metalmeccanico, dei servizi di pulizia. Si tratta inoltre di società presenti su tutto il territorio nazionale.
 
“Certi di trovare nella sua persona e nel ministero dello Sviluppo Economico l'attenzione adeguata alla gravità della situazione rappresentata, restiamo in attesa di un suo riscontro alla richiesta di incontro in oggetto”, concludono Scacchetti, Sbarra e Bocchi.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa