• Notizie
  • Comunicati stampa

Alma. Cgil, Cisl, Uil, chiedono incontro urgente per discutere futuro 17mila lavoratori

Roma, 28 marzo 2019 - “Un sollecito e tempestivo incontro in relazione alla gravissima situazione del gruppo Alma oggetto di una indagine della Guardia di Finanza per frode fiscale e falsa fatturazione” È quanto hanno richiesto, con una lettera inviata oggi al Ministro Luigi Di Maio, la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti, il segretario generale aggiunto Cisl Luigi Sbarra e la segretaria confederale della Uil Tiziana Bocchi.
 
“Come le sarà già noto - prosegue la missiva - si tratta di un gruppo a cui fanno capo 32 società e 17mila lavoratrici e lavoratori nei settori della somministrazione di manodopera, call center, logistica, appalti nei settori industriali dell'alimentare e metalmeccanico, dei servizi di pulizia. Si tratta inoltre di società presenti su tutto il territorio nazionale.
 
“Certi di trovare nella sua persona e nel ministero dello Sviluppo Economico l'attenzione adeguata alla gravità della situazione rappresentata, restiamo in attesa di un suo riscontro alla richiesta di incontro in oggetto”, concludono Scacchetti, Sbarra e Bocchi.

Stampa