Def. Ganga: "Serve confronto per riequilibrio peso fiscale fra i contribuenti"

9 aprile 2019 - "La Cisl chiede da tempo l’apertura di un tavolo che metta a confronto le proposte del governo sul fisco con quelle del sindacato, che si basano sul rilancio del principio della progressività e su un riequilibrio del peso fiscale fra i contribuenti. Ci era stato promesso ma finora non si è visto. Questo sarebbe per noi un modo serio di procedere". E' quanto sottolinea il Segretario Confederale della Cisl, Ignazio Ganga sulle anticipazioni che circolano sul Piano Nazionale Riforme allegato al Def . "Siamo costretti a misurarci ogni giorno, anche alla vigilia di importanti documenti programmatici come il DEF che vorremmo prima leggere e valutare attentamente, con continue dichiarazioni d’intenti che non sempre sono coerenti tra loro e che rimandano a suggestioni legate a schemi precostituiti piuttosto che a proposte concrete- aggiunge Ganga- Sappiamo che nel nostro paese esiste un serio problema fiscale e lo denunciamo da tempo: una tassazione troppo sbilanciata a sfavore di lavoratori dipendenti e pensionati che serve a finanziare i servizi dei quali usufruiscono in parte anche gli evasori fiscali. La soluzione per noi non è di ridurre drasticamente ed indifferentemente la tassazione in cambio di una pari riduzione dei servizi, bensì come rimodulare la tassazione in modo da finanziare in maniera più equa la spesa pubblica. Una semplificazione e una riduzione dell’Irpef è dunque senz’altro bene accetta ma solo se persegue questo obiettivo: se è accompagnata da una seria lotta all’evasione fiscale e se va a favore di coloro che risultano oggi tartassati".

Stampa