Sicurezza sul lavoro. Furlan: "È una carneficina che chiama in causa la responsabilità di istituzioni ed imprese"

27 aprile 2019 - "Nel 2018, 641 mila persone hanno subito un incidente sul lavoro. Di queste 1133 hanno perso la vita. È una carneficina che chiama in causa la responsabilità di istituzioni ed imprese. Il 1 maggio saremo in piazza anche per la tutela della salute e della sicurezza in tutto i luoghi di lavoro. Deve diventare una questione nazionale". Lo scrive su twitter la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, alla vigilia della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza nei luoghi del lavoro voluta dall'Ilo, commentando i dati elaborati dall'Osservatorio Statistico dei Consulenti del lavoro su base Inail.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa