Povertà. Cgil, Cisl, Uil: "Emergenza da affrontare con misure adeguate e con il rafforzamento dei servizi pubblici"

2PovertaRoma, 18 giugno 2019 - “I dati diffusi oggi dall’Istat confermano quanto la povertà assoluta nel nostro Paese sia un’emergenza sociale da affrontare con misure adeguate, volte a prendere in carico le persone in tale condizione e a guidarle in percorsi di inclusione sociale che tengano conto di tutte le determinanti del disagio economico”.

Lo affermano i segretari confederali di Cgil, Cisl, Uil, Rossana Dettori, Andrea Cuccello e Silvana Roseto. “L’Istituto nazionale di statistica descrive - sottolineano i tre dirigenti sindacali - un fenomeno che nella sua drammaticità ha una incidenza maggiore tra le famiglie numerose, tra le famiglie con componenti stranieri e, soprattutto, tra i minori: tutti soggetti penalizzati nella fruizione del Reddito di Cittadinanza introdotto dal Governo”.

Secondo Dettori, Cuccello e Roseto “per contrastare realmente la povertà, dunque, è necessario sia modificare la misura nelle parti che non tengono adeguatamente conto delle caratteristiche delle persone coinvolte e della multidimensionalità del fenomeno, sia rafforzare l’infrastruttura sociale territoriale. La rete dei servizi pubblici è, infatti, indispensabile a garantire una presa in carico dei cittadini idonea al superamento delle disuguaglianze di opportunità e a interrompere la trasmissione intergenerazionale della povertà, a cominciare da quella educativa certificata dai dati diffusi”, concludono i segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa