• Notizie
  • Comunicati stampa

Sindacato. Furlan: "Serve una presenza attiva sul territorio a partire da tutto ciò che è ai margini"

Roma, 11 Luglio 2019 - La Cisl vuole "attenzionare una presenza attiva sul territorio, a partire dalle periferie abbandonate, tutto ciò che è ai margini: dal lavoro povero, sottopagato e non tutelato. Cosa che riguarda tutto il Paese". Lo ha ribadito la leader della Cisl Annamaria Furlan a margine della Conferenza Organizzativa della Cisl, che vede oggi a la sua giornata concluisiva. "La nostra volontà - ha detto - è aprire sedi della Cisl nelle periferie urbane dove non c'è lo Stato, dove non ci sono i servizi. Il sindacato deve essere più presente e incisivo dove il bisogno è più alto. Abbiamo parlato di unità sindacale - ha aggiunto riferendosi alle tre giorni della conferenza organizzativa che si chiude oggi - fatto scioperi e manifestazioni unitarie. Un buon modo per sperimentarla è partire da dove il bisogno è più alto; dove i giovani il lavoro non lo trovano o sono costretti a lavorare in nero; e dove i diritti non si esercitano perchè lo Stato non è presente. I sindacati devono ricominciare da lì".

Ed è tornata a parlare di una riforma del fisco che dia "risposte a chi paga le  tasse": "l'85% dell'erario è sulle spalle di lavoratori dipendenti e pensionati"". Pertanto, flat tax o "che chiamino come vogliono la riforma, il risultato deve essere buste paga e pensioni più pesanti"".

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa