• Notizie
  • Comunicati stampa

Istat. Sbarra: "Andamento salari preoccupante, sgravare fasce medio-basse e valorizzare contrattazione"

26 luglio 2019 - “La frenata sulle retribuzioni richiama l'urgenza di una riforma del fisco che alleggerisca il peso della tassazione sui redditi da lavoro e da pensione e di una politica che torni a valorizzare la contrattazione". Lo afferma in una nota Luigi Sbarra, Segretario generale aggiunto Cisl, commentando i dati sull'andamento delle retribuzioni diffusi oggi dall'Istat. "Per far ripartire i salari non esistono scorciatoie: bisogna operare sulle variabili dell'economia reale. A partire da una redistribuzione fiscale che renda più pesanti le buste paga dei lavoratori anche per rilanciare i consumi tra i ceti a più alta propensione di spesa. Significa ridurre il cuneo fiscale sul lavoro in primo luogo come abbiamo detto ieri al Premier Conte. E poi significa sostenere e promuovere, a partire dalla prossima Legge di Stabilità, attraverso interventi legislativi la defiscalizzazione della contrattazione, in particolare quella di secondo livello per recuperare quote di produttività e migliorare le retribuzioni . Questo è il nostro campo di lavoro, e da qui, come Cisl e dentro al perimetro dell'impegno unitario con Cgil e Uil, in vista della Finanziaria continueremo a incalzare il Governo su innovazioni eque perché condivise", conclude Sbarra.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa