• Notizie
  • Comunicati stampa

Governo. Furlan: "Le priorità: investire per la crescita e sbloccare vertenze e cantieri"

Roma, 3 settembre 2019 - Forti investimenti e sblocco dei cantieri. Sono le due richieste principali che la segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan, avanza al nuovo governo. “Il tema principale e' quello della crescita -ha detto Furlan in diretta telefonica su Class Cnbc Milano Finanza- il nostro paese e' drammaticamente vicino a crescita zero e abbiamo bisogno di investimenti molto forti per far crescere l'economia e il lavoro di qualitá".

Furlan ha sottolineato poi che i sindacati confederali avevano presentato a febbraio al presidente del Consiglio Conte una piattaforma unitaria  che indicava come priorita' investimenti forti su innovazione e ricerca e lo sblocco delle infrastrutture, in modo da determinare sviluppo e aumento di posti di lavoro. "Una piattaforma - ha fatto notare- sostenuta mobilitando centinaia di migliaia di giovani, di lavoratori, di pensionati".

"Credo - ha concluso Furlan ricordando che giacciono al Mise 160 vertenze di aziende in crisi, da Alitalia all'ex Ilva, da Whirpool a Mercatone Uno- che l'economia italiana abbia bisogno di certezza e stabilita'. Vedremo nel programma quale sia la vera intenzione del governo. Noi chiederemo di puntar alla crescita e di sbloccare immediatamente i tanti cantieri bloccati nel Paese: parliamo di miliardi stanziati e spendibili, capaci di creare 250 mila posti di lavoro”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa