Governo. Furlan: "Le priorità: investire per la crescita e sbloccare vertenze e cantieri"

Roma, 3 settembre 2019 - Forti investimenti e sblocco dei cantieri. Sono le due richieste principali che la segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan, avanza al nuovo governo. “Il tema principale e' quello della crescita -ha detto Furlan in diretta telefonica su Class Cnbc Milano Finanza- il nostro paese e' drammaticamente vicino a crescita zero e abbiamo bisogno di investimenti molto forti per far crescere l'economia e il lavoro di qualitá".

Furlan ha sottolineato poi che i sindacati confederali avevano presentato a febbraio al presidente del Consiglio Conte una piattaforma unitaria  che indicava come priorita' investimenti forti su innovazione e ricerca e lo sblocco delle infrastrutture, in modo da determinare sviluppo e aumento di posti di lavoro. "Una piattaforma - ha fatto notare- sostenuta mobilitando centinaia di migliaia di giovani, di lavoratori, di pensionati".

"Credo - ha concluso Furlan ricordando che giacciono al Mise 160 vertenze di aziende in crisi, da Alitalia all'ex Ilva, da Whirpool a Mercatone Uno- che l'economia italiana abbia bisogno di certezza e stabilita'. Vedremo nel programma quale sia la vera intenzione del governo. Noi chiederemo di puntar alla crescita e di sbloccare immediatamente i tanti cantieri bloccati nel Paese: parliamo di miliardi stanziati e spendibili, capaci di creare 250 mila posti di lavoro”.

Stampa