Industria. Furlan: "Dal nuovo Governo serve un piano di sviluppo. 160 crisi giacciono sul tavolo del Mise"

5 settembre 2019 - "E' stato perso tempo. Ora serve tanta attenzione alle crisi industriali, con un progetto di sviluppo industriale che manca da troppo tempo. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti". Così Annamaria Furlan, Segretaria generale della Cisl, ospite di Radio Anch'io su Radio Uno. Per la Furlan dovranno essere queste le priorita' del nuovo governo sulle politiche industriali. "Abbiamo bisogno di rilanciare un'economia che e' a crescita zero e che crea grossi problemi per il presente e il futuro. Bisogna ripartire dal lavoro, con investimenti importanti su crescita e sviluppo. Centosessanta crisi che giacciono sul tavolo del Mise devono essere riprese in mano e per ogni crisi va trovata una risposta", ha proseguito Furlan, sottolineando la necessita' di "azioni cicliche forti" per non essere oppressi dal rallentamento dell'economia mondiale, fra cui quello della Germania. Dal nuovo governo "ci aspettiamo una discontinuita' totale sulle scelte economiche operate nella scorsa finanziaria. Dobbiamo tornare a essere un paese mette lo sviluppo al centro delle leggi di bilancio".

Stampa