• Notizie
  • Comunicati stampa

Lavoro. Furlan: "La Cisl, primo sindacato nel Gruppo Ferrero"

5 Ottobre 2019 l- “Complimenti alla Fai Cisl per lo straordinario successo al rinnovo delle Rsu dello stabilimento Ferrero di Alba. La Cisl è la prima organizzazione nei quattro stabilimenti del gruppo Ferrero. Un ottimo risultato frutto di una linea innovativa, partecipativa e concreta premiata dai lavoratori”.  Lo scrive su twitter la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, commentando con soddisfazione i risultati del rinnovo delle Rsu dello stabilimento Ferrero di Alba, dove la Fai, la Federazione agroalimentare ambientale della Cisl, ha ottenuto 1406 voti e 15 delegati, contro i 1100 voti della Uila Uil (12 delegati), e gli 869 della Flai Cgil (con 9 delegati). Nel sito di Alba, che rappresenta il cuore centrale della storica multinazionale italiana, leader del settore alimentare, specializzata in prodotti dolciari, lavorano in questo momento di alta stagionalità circa 5.000 occupati. Qui le elezioni si sono concluse ieri sera. Nelle ultime due settimane i rinnovi delle Rsu sono avvenuti in tutti i quattro siti italiani del gruppo: Alba (CN), Pozzuolo Martesana (MI), Balvano (PZ), Sant'Angelo dei Lombardi (AV). La Fai Cisl ha vinto le elezioni risultando il sindacato che ha raccolto più voti (1.718 in totale) e più delegati eletti (24): tutti dati in aumento rispetto al precedente rinnovo di 3 anni fa. “Si tratta di un risultato molto positivo che avviene in un gruppo solido, orientato all’innovazione ed alla crescita e con rodate relazioni industriali sia negli stabilimenti del Nord che in quelli del Sud: è stato premiato il costante lavoro di ascolto e tutela delle persone che la Fai Cisl con i suoi operatori, delegati ed attivisti, realizza tramite una contrattazione partecipativa e propositiva”, commenta il Segretario generale della Fai Cisl, Onofrio Rota, che aggiunge: “Va sottolineata l'alta partecipazione al voto da parte delle lavoratrici e dei lavoratori, segno di un forte riconoscimento del lavoro del sindacato in azienda. Il grande consenso ottenuto ci investe di responsabilità ancora maggiori davanti alle sfide future di un settore, quello alimentare, che continua a crescere e a rappresentare le eccellenze del Made in Italy nel mondo, producendo ricchezza e buona occupazione. Davvero congratulazioni e buon lavoro a tutti coloro che hanno saputo fare squadra ed hanno contribuito a questo risultato”.
 

Stampa