• Notizie
  • Comunicati stampa

Manovra. Furlan: "No a tentennamenti sulla lotta all'evasione, portano a un rallentamento che rischia di vanificare le novità positive"

Roma, 23 ottobre 2019 - La lotta all'evasione fiscale messa nero su bianco nella manovra come obiettivo della strategia di Governo "sia portata avanti senza spuntare gli strumenti che ci permettono di farle una vera guerra, e di passare dalle parole ai fatti". A chiederlo e' la leader della Cisl, Annamaria Furlan, che intervenuta al nono incontro del Gruppo Federico Caffe', ha sottolineato: "Anche quando si riesce a individuare obiettivi importanti che rivalutano il lavoro e la ridistribuzione della ricchezza - ha osservato commentando le tensioni nella maggioranza di Governo - poi gli opportunismi portano a rallentamenti che rischiano di vanificare misure positive". E ha ammonito: " Occorre usare parole di profonda chiarezza, aprendo il cuore ma anche il cervello, perche' si rischia di creare condizioni peggiorative per chi arriva dopo". 

"Tentennamenti, mediazioni, opportunismi portano a un rallentamento che rischia di vanificare le novita' positive" sulla lotta all'evasione fiscale" sottolinea ancora la leader della Cisl concludendo: "Noi vogliamo fare una battaglia seria contro l'evasione fiscale, siamo contenti di sentire un linguaggio che passa dalla politica dei condoni a una guerra all'evasione, ma dall'altra parte vediamo che vogliono farla senza disturbare troppo, rinviando, spuntando gli strumenti necessari".

Stampa