• Notizie
  • Comunicati stampa

Energia. Colombini: "Moratoria su trivellazioni incrementa sfiducia verso le istituzioni"

14 febbraio 2020 - “ La proroga della moratoria per l’autorizzazione delle trivellazioni che si profila in Parlamento è l’ennesima dimostrazione della incertezza che ormai avvolge qualsiasi investimento nel settore energetico”. Lo dichiara il segretario confederale della Cisl Angelo Colombini. “Con questa incertezza si incrementa la sfiducia verso le istituzioni in un settore con normative rigide a garanzia del territorio, dell’ambiente e degli operatori. Ad un anno dal precedente blocco invece di definire il Piano per la transizione energetica sostenibile, si rinviano ulteriormente le decisioni, lasciando il Paese in mano alle importazioni e con la quasi certezza di perdere know how importanti. Soprattutto si abbandonano i lavoratori al rischio di licenziamenti. Prorogare ulteriormente le autorizzazioni vuol dire di fatto essere per un immobilismo che nuoce a tutte le parti in causa. Nel frattempo altri paesi probabilmente sfruttano gli stessi giacimenti, trivellando a poca distanza dalle acque italiane. Si continua anche ad evitare il confronto di merito con le parti sociali, le uniche che hanno il polso della situazione, che sanno valutare gli impatti che le “non decisioni” comportano e che da tempo chiedono responsabilmente di aprire un vero dibattito sul futuro energetico dell’Italia e di velocizzare i processi innovativi e di transizione per garantire competitività al sistema produttivo italiano”.

Stampa