• Notizie
  • Comunicati stampa

Casa. Romani su dati Istat: "Inaccettabile che nel 2020 in Italia più di un quarto della popolazione viva in condizioni abitative non soddisfacenti"

Roma, 14 maggio 2020 - “È inaccettabile che nel 2020 in Italia più di un quarto della popolazione viva in condizioni abitative non soddisfacenti”. È quanto afferma il Segretario confederale Cisl Giulio Romani commentando i dati pubblicati dal Rapporto dell’Istat sugli obiettivi per l’Agenda 2030 in Italia. “La Cisl sostiene da tempo che è arrivato il momento di dare vita ad un piano nazionale per affrontare l’emergenza abitativa - sottolinea Romani -. Occorre rilanciare l’edilizia, puntando sulla riqualificazione e ricostruzione del patrimonio urbano esistente, individuando anche strumentazioni finanziarie idonee ad attirare nuovi investimenti pubblici e privati nel settore, allo scopo di consentire il possesso di un tetto dignitoso ad ogni famiglia”. Il sindacalista conclude affermando che “si deve altresì prendere atto delle difficoltà del mercato degli affitti, penalizzante sia per i proprietari che per gli inquilini”. "Su questo tema - afferma Romani - la Cisl sta avviando uno studio volto ad individuare nuove soluzioni gestionali, con l’obiettivo di rilanciare l’edilizia, assicurare attenzione all’impatto ambientale ed ottenere un’offerta di mercato coerente con la nuova domanda abitativa, tenuto conto anche della presumibile evoluzione della stessa anche per l’avvento del lavoro agile”.

Stampa