• Notizie
  • Comunicati stampa

Lavoro. Furlan: "Ancora un operaio morto. Bisogna mobilitarsi, far rispettare le regole, sollecitare più controlli per fermare questa carneficina"

Roma, 4 giugno 2020 - “Ancora un operaio morto sul lavoro, precipitato da una impalcatura ad Ostia. È una strage quotidiana nei luoghi di lavoro. Non può bastare il doveroso cordoglio o indignarsi. Bisogna mobilitarsi, far rispettare le regole ovunque, sollecitare più controlli per fermare questa carneficina”. Lo scrive su twitter la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, commentando la notizia dell’operaio di 59 anni morto sul lavoro mentre si occupava della manutenzione di una palazzina privata non distante dal porto turistico di Ostia. 

Stampa