• Notizie
  • Comunicati stampa

Riders. Sbarra: “Bene istituzione osservatorio, ora contrastare caporalato digitale e garantire tutele contrattate”

18 novembre 2020 - “Un incontro costruttivo quello di oggi sui riders, che fa compiere un passo in più sulla via del dialogo sociale e delle buone relazioni industriali: l’unica in grado di fissare tutele e diritti certi ed esigibili per i lavoratori di un comparto in così rapida espansione”. Lo afferma Luigi Sbarra, segretario generale aggiunto Cisl, in merito all’incontro di oggi tra la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, sindacati e Assodelivery.
“Abbiamo apprezzato, da parte del Governo, la decisione di istituire l’Osservatorio di settore chiesto da oltre un anno dalla Cisl per monitorare il comparto e avere un quadro di riferimento condiviso su dati, indicatori, attività, condizioni di mercato, occupazione. A tale strumento però e’ indispensabile affiancare uno specifico Albo delle piattaforme digitali presenti nel nostro Paese. Insieme dobbiamo dare gambe solide e partecipate a una strategia nazionale che punti a contrastare ogni forma di abuso e a innalzare le protezioni sociali per tutti i lavoratori. Per questo abbiamo chiesto di lavorare a due accordi quadro nazionali: il primo su legalità e trasparenza, che fissi solidi affidamenti contro il caporalato digitale, l’intermediazione illecita e lo sfruttamento; l’altro su salute, sicurezza e sorveglianza sanitaria per i ciclofattorini. Resta infine prioritario rilanciare il confronto negoziale con Assodelivery per superare il cottimo e costruire insieme garanzie universali su salari e previdenza, welfare e malattia, tredicesima, ferie e Tfr, diritto alla diconnessione e alla privacy. Si tratta ora di entrare nella fase operativa di questa strategia. L’auspicio è che il clima di collaborazione si consolidi e porti presto al buon governo contrattato del comparto”.

Stampa